• ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

Iscrizioni Contesteco 2019

iscrizioni contesteco 2019

Sono aperte le iscrizioni a CONTESTECO, il concorso d’arte e design sostenibile più eco del web!

Promosso in collaborazione con il free press nazionale METRO News, CONTESTECO è un contest online in cui partecipano artisti del riciclo o appassionati d’arte che sentono il bisogno di promuovere la cultura della sostenibilità. 

Il contest tuttavia da digitale diventa reale, presentando in esposizione opere d’arte che raccontano, attraverso:

  • scatti fotografici
  • corti
  • narrazioni
  • creazioni artistiche

in un approccio “transmediale”, la difesa dell’ambiente, del mare e del territorio, per mezzo di attività concrete che, tutelando le risorse sempre più scarse del pianeta, diano soluzione al problema dei rifiuti, dell’energia e della mobilità in modo “eco-sostenibile” e consentano di spiegare meglio i concetti di smart city, economia circolare e sviluppo sostenibile. 

Unico nuovo requisito richiesto in questa edizione per partecipare sarà realizzare un’opera che abbia come concept:

DALLA TERRA ALLA LUNA PER CELEBRARE IL 50° ANNIVERSARIO DELLO SBARCO DELL’UOMO SULLA LUNA
“Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità” è la celebre frase pronunciata dal comandante Neil Armstrong. Era il  21 luglio del 1969 e l’uomo mise per la prima volta piede sulla Luna.

CLICCA QUI E COMPLETA L'ISCRIZIONE A CONTESTECO 2019!

Le ultime News

Diverse novità ed aggiornamenti su Contesteco, Premio Metro News 2016.

Contesteco 2016 - Premio Metro News 2016Se ci avete seguito, avrete sicuramente potuto annotare le tante novità che hanno impreziosito questo contest. Contesteco è oggi grazie al noto quotidiano free press Contesteco - Premio Metro News 2016.
Come ben saprete le opere scelte verranno esposte presso il Centro Commerciale EUROMA 2: un Centro Commerciale unico dove le persone hanno l’opportunità di vivere un’esperienza ricca, gratificante, rilassante e coinvolgente. Un Centro Commerciale che accoglie ogni giorno feriale tra i 18 e i 24.000 visitatori, arrivando a toccare i 60.000 nei week end: una vera e propria piccola città!
E le novità non si fermano qui!

Davide Lazzarini - ogni oggetto vecchio e da buttare, rivive!

Davide Lazzarini, un’artista italiano che riutilizza tutti quegli oggetti, della vita quotidiana, donandogli vita nuova. Le sue opere diventano sculture ed assemblaggi fotografici, creando e proponendo il passato, il presente ed il futuro.
Davide Lazzarini, non passa banalmente da un oggetto ad un altro ma da un oggetto inanimato ad uno che ha in se caratteristiche umanoidi o animali che vanno dall’umano bionico ai mostri che popolano i video-games ed i film del filone fantascientifico come una sorta di rivolta di rifiuti “transformer”.
Per saperne di più sull’artista del riciclo italiano, clicca qui.

CONTESTECO rilancia l’ARTE DEL RICICLO. ACCIAIO, LEGNO, CARTA E CARTONE, PLASTICA si fanno capolavori!

Contesteco, Premio METRO news 2016, rilancia la sfida a tutti gli artisti e gli appassionati di riciclo e li invita a partecipare al contest + eco del web dimostrando la loro passione per l’arte e l’ecologia: usare ACCIAIO, CARTA E CARTONE, PLASTICA e LEGNO per riciclare e creare nuove espressioni d’arte.
Ricordiamo che tutte le opere saranno visibili su www.contesteco.com, le iscrizioni termineranno il 31 Luglio alle ore 12:00; a Settembre, i finalisti, esporranno le loro opere al centro commerciale Euroma2. Riconoscimenti specifici verranno consegnati dai Consorzi per quegli artisti che avranno realizzato la loro opera con ACCIAIO, CARTA e CARTONE, PLASTICA o LEGNO.

Tadeusz Kantor - il riciclatore della storia

Tadeusz Kantor era un pittore, ma intorno ai 43-44 anni, ha perso fiducia nella pittura e nella capacità di riprodurre gli oggetti. Allora ha iniziato a cercare oggetti reali: suppellettili, utensili, complementi di arredamento che lui stesso definisce «oggetti pronti», in quanto «immediatamente a disposizione dell’arte». Ma questi oggetti sono ritenuti degni di tale destinazione a condizione che siano «poveri», che non significa «di qualità mediocre» bensì «usati e non più utilizzabili».
Clicca qui per scoprire il periodo di riferimento.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni